Pages Navigation Menu

Una bella “Festa della Pace”

Caro don Giovanni, spero proprio di poter partecipare questa sera al primo incontro del percorso sul Corano. Mi piace che ci si proponga la conoscenza diretta del Libro Santo dell’Islam. E sono contenta che l’impresa sia guidata dalle vostre parrocchie della Dozza e di Sammartini, con quel vostro fratello  della comunità di Montesole, così bravo, e buono e simpatico. Io potrei essere sua nonna, ma spero di poter avere ancora energia quanto basta per ascoltare e capire qualcosa. Spero che anche questa volta siano presenti ancora persone di fede islamica. Certo che questi sono regali preziosi che riceviamo e che ci caricano di responsabilità sia di cultura sia di politica per la pace. Grazie ancora. Nonna Emma.

Cara Nonna Emma, non resisto alla tentazione di mettere anche il suo nome nel breve, bellissimo messaggio che mi ha inviato e che mi costringe a mettere da parte quello che stavo scrivendo in risposta ad una lettrice che forse lei pure appartiene alla gloriosa categoria delle nonne e dei nonni come lei e come me. Quello che lei chiede e desidera ci sarà! Spero che avremo tante belle presenze. Alterniamo gli incontri, uno in città e uno in campagna. Però, quando l’incontro è lontano, lo si può seguire con le diavolerie tecniche di cui potremo usufruire nella sala che ci accoglierà quando l’incontro lo seguiremo vicino a casa nostra. Di fratelli islamici ce ne saranno non pochi, perché quando si è diffusa la notizia del percorso, in diversi ci hanno interpellato mostrandosi molto contenti e interessati. Così, sarà anche una bella “Festa della Pace”: ne abbiamo veramente bisogno! Persone in età come lei e come me non pensavano che in questi tempi ci fossero rigurgiti tanto gravi quanto stolti nella nostra società. Questo mi sembra accresca il valore e l’importanza dell’iniziativa! Quando i nostri due messaggi saranno offerti alla lettura del Carlino, l’evento di questa sera si sarà già compiuto. Ma, anche prima che lei possa leggerlo sul giornale, io la ricorderò con affetto e riconoscenza nella mia povera e affettuosa preghiera. Grazie! E Buona Domenica a Lei e agli amici lettori del Carlino.

Giovanni di Sammartini e della Dozza.

Nota: Articolo pubblicato su “Il resto del Carlino – Bologna” di domenica 28 Gennaio 2018 nella rubrica “Cose di Questo mondo”.

Tag:, , , , , , , , ,

«

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.