Pages Navigation Menu

Giovanni 11,17-27

17 Quando Gesù arrivò, trovò Lazzaro che già da quattro giorni era nel sepolcro. 18 Betània distava da Gerusalemme meno di tre chilometri 19 e molti Giudei erano venuti da Marta e Maria a consolarle per il fratello. 20 Marta dunque, come udì che veniva Gesù, gli andò incontro; Maria invece stava seduta in casa. 21 Marta disse a Gesù: «Signore, se tu fossi stato qui, mio fratello non sarebbe morto! 22 Ma anche ora so che qualunque cosa tu chiederai a Dio, Dio te la concederà». 23 Gesù le disse: «Tuo fratello risorgerà». 24 Gli rispose Marta: «So che risorgerà nella risurrezione dell’ultimo giorno». 25 Gesù le disse: «Io sono la risurrezione e la vita; chi crede in me, anche se muore, vivrà; 26 chiunque vive e crede in me, non morirà in eterno. Credi questo?». 27 Gli rispose: «Sì, o Signore, io credo che tu sei il Cristo, il Figlio di Dio, colui che viene nel mondo».

Tag:,

«

One Comment

  1. “Già da quattro giorni” (ver.17) Lazzaro è nel sepolcro!
    Tuttavia l’espressione “Gesù trovò Lazzaro” sembra suggerire una sospensione e una osservazione e un’interpretazione particolare di quanto è accaduto e anche a quanto sta accadendo.
    Predomina tuttavia il volto “funebre” della situazione, con la presenza dei “molti Giudei venuti da Marta e Maria a consolarle per il fratello” (ver.18).
    Però le parole di Marta: “Signore, se tu fossi stato qui, mio fratello non sarebbe morto”, parole che ritroveremo al ver.32 anche sulle labbra di Maria, sembrano suggerire un evento in ogni modo del tutto singolare!
    Sembrano  voler dire il legame profondo tra la Persona di Gesù e la vittoria sulla morte.
    Veniamo ora condotti ad una Parola che annuncia non l’immortalità, ma la risurrezione dalla morte!
    Questa eventualità è presente in Marta per la sua fede in Gesù: “So che qualunque cosa tu chiederai a Dio, Dio te la concederà” (ver.22)!
    Ma a questo punto il Signore ci rivela il mistero profondo della sua Persona: “Io sono la risurrezione e la vita” (ver.25); chi crede in me, anche se muore, vivrà; chiunque vive e crede in me, non morirà in eterno”.
    Pur consapevole della mia pochissima fede, oso pensare che la misericordia del Signore mi conceda un frammento piccolissimo  della fede che al ver.27 Marta confessa al Signore, e che oggi chiedo per ciascuno di voi e per tutti voi! E voi chiedetelo per noi, come noi lo chiediamo per voi!
    Giovanni e Francesco.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.