[1] Il Signore disse a Mosè: “Riferisci agli Israeliti: [2] Quando un uomo inavvertitamente trasgredisce un qualsiasi divieto della legge del Signore, facendo una cosa proibita: [3] se chi ha peccato è il sacerdote che ha ricevuto l’unzione e così ha reso colpevole il popolo, offrirà al Signore per il peccato da lui commesso un giovenco senza difetto come sacrificio di espiazione. [4] Condurrà il giovenco davanti al Signore all’ingresso della tenda del convegno; poserà la mano sulla testa del giovenco e l’immolerà davanti al Signore. [5] Il sacerdote che ha ricevuto l’unzione prenderà il sangue del giovenco e lo porterà nell’interno della tenda del convegno; [6] intingerà il dito nel sangue e farà sette aspersioni davanti al Signore di fronte al velo del santuario. [7] Bagnerà con il sangue i corni dell’altare dei profumi che bruciano davanti al Signore nella tenda del convegno; verserà il resto del sangue alla base dell’altare degli olocausti, che si trova all’ingresso della tenda del convegno. [8] Poi dal giovenco del sacrificio toglierà tutto il grasso: il grasso che avvolge le viscere, tutto quello che vi è sopra, [9] i due reni con il loro grasso e il grasso attorno ai lombi e al lobo del fegato, che distaccherà al di sopra dei reni. [10] Farà come si fa per il giovenco del sacrificio di comunione e brucerà il tutto sull’altare degli olocausti. [11] Ma la pelle del giovenco, la carne con la testa, le viscere, le zampe e gli escrementi, [12] cioè tutto il giovenco, egli lo porterà fuori dell’accampamento in luogo puro, dove si gettano le ceneri, e lo brucerà sulla legna: dovrà essere bruciato sul mucchio delle ceneri. [13] Se tutta la comunità d’Israele ha commesso una inavvertenza, senza che tutta l’assemblea la conosca, violando così un divieto della legge del Signore e rendendosi colpevole, [14] quando il peccato commesso sarà conosciuto, l’assemblea offrirà come sacrificio espiatorio un giovenco, un capo di grosso bestiame senza difetto e lo condurrà davanti alla tenda del convegno. [15] Gli anziani della comunità poseranno le mani sulla testa del giovenco e lo si immolerà davanti al Signore. [16] Il sacerdote che ha ricevuto l’unzione porterà il sangue del giovenco nell’interno della tenda del convegno; [17] intingerà il dito nel sangue, e farà sette aspersioni davanti al Signore di fronte al velo. [18] Bagnerà con il sangue i corni dell’altare che è davanti al Signore nella tenda del convegno e verserà il resto del sangue alla base dell’altare degli olocausti, all’ingresso della tenda del convegno. [19] Toglierà al giovenco tutte le parti grasse, per bruciarle sull’altare. [20] Farà di questo giovenco come di quello offerto in sacrificio di espiazione: tutto allo stesso modo. Il sacerdote farà per loro il rito espiatorio e sarà loro perdonato. [21] Poi porterà il giovenco fuori del campo e lo brucerà come ha bruciato il primo: è il sacrificio di espiazione per l’assemblea. [22] Se è un capo chi ha peccato, violando per inavvertenza un divieto del Signore suo Dio e così si è reso colpevole, [23] quando conosca il peccato commesso, porterà come offerta un capro maschio senza difetto. [24] Poserà la mano sulla testa del capro e lo immolerà nel luogo dove si immolano gli olocausti davanti al Signore: è un sacrificio espiatorio. [25] Il sacerdote prenderà con il dito il sangue del sacrificio espiatorio e bagnerà i corni dell’altare degli olocausti; verserà il resto del sangue alla base dell’altare degli olocausti. [26] Poi brucerà sull’altare ogni parte grassa, come il grasso del sacrificio di comunione. Il sacerdote farà per lui il rito espiatorio per il suo peccato e gli sarà perdonato.

Tags: Levitico